Le funi metalliche e le loro caratteristiche

Che cos’è una fune metallica? Parlandone con la massima semplicità possibile, possiamo dire che si tratta né più né meno che di una corda la quale, anziché essere composta di una serie di fibre animali o vegetali ritorte più volte le une intorno alle altre, è fatta di cavi di metallo intrecciati fra loro. Come è facile prevedere, tale tecnica costruttiva conferisce al prodotto finito una straordinaria durata e una notevole resistenza, che sono particolarmente apprezzate nel settore del sollevamento di pesi considerevoli. Scopriamo insieme qualcosa in più su queste corde speciali:

Tipologie
Fra le principali distinzioni che si possono fare fra i vari tipi di cavi di metallo intrecciato, o funi, una delle più semplici è quella in base al materiale utilizzato per realizzare la cosiddetta anima della fune stessa.
Le possibilità sono due. Da un lato abbiamo dunque funi con anima in acciaio, che dimostrano la miglior resistenza e la più lunga durata e sono utilizzate nel campo industriale per sollevare grossi pesi; dall’altro funi con anima in fibra, che esibiscono una miglior flessibilità a fronte di una riduzione delle caratteristiche meccaniche.

Componenti
Se analizzata a livello basilare, la complessità costruttiva di una fune di questo tipo è molto ridotta. Sono, alla fine, una serie di avvolgimenti concentrici: al centro un cavo fatto di fili d’acciaio, poi una guaina di copertura – che in determinati casi e per certe applicazioni sarà un conduttore di elettricità – su cui è avvolta l’anima che abbiamo descritto poco fa. Il tutto è infine coperto dall’intreccio di fili metallici che compone la fune vera e propria. A seconda dei vari utilizzi possibili, cambiano ovviamente le caratteristiche specifiche di ciascuna di queste parti.

Caratteristiche
Sottolineiamo ancora una volta che la primaria ragione d’essere di corde di questo genere è quella di essere utilizzate per il sollevamento e il trasporto di oggetti e materiali estremamente pesanti. Anche con il moltiplicarsi delle funzioni specifiche, dunque, una delle primarie classificazioni operabili su queste funi è quella in base alla loro robustezza, che può nei modelli superiori rivelarsi veramente eccezionale sia per peso sorretto che per durata nel tempo.

Manutenzione
Per mantenere in buono stato nel tempo una fune metallica, poche procedure sono importanti quanto la sua regolare lubrificazione, che va a costituire una vera e propria barriera protettiva intorno al cavo. Sebbene infatti la fune nel suo insieme sia estremamente robusta, non dimentichiamo che ciascuno dei fili metallici che la compongono è di per sé piuttosto sottile, e quindi vulnerabile sia alla ruggine e alla corrosione che a rotture per sfregamento e attrito. Entrambi rischi che vengono significativamente ridotti con una buona lubrificazione.

Potrebbero interessarti anche...