Come scegliere il nome di un b&b? Consigli strategici

Come scegliere il nome di un b&b? Leggi i nostri consigli super strategici per noi interessanti ed intelligenti.

Avete deciso di aprire un bed and breakfast nella vostra zona ma non sapete ancora quale nome scegliere? Sicuramente uno degli aspetti più importanti, dopo la creazione del progetto, la definizione del budget e così via, è anche la scelta del nome con cui farsi ricordare da clienti e non del b&b.

C’è chi sceglie di essere tradizionale e chi originale: ciò che è certo è che il nostro Paese pullula di b&b dai nomi più disparati, a volte bizzarri, altri più romantici.

Per compiere la scelta giusta, ecco qualche consiglio per scegliere il nome del vostro bed & breakfast a Milano, a Roma o in qualsiasi altra zona d’Italia.

  1. Prendete in considerazione le tradizioni del luogo

Una delle prime scelte che compiono i gestori dei b&b è quello di considerare i nomi tradizionali che contraddistinguono la cultura del luogo dove si trova il bed and breakfast. Il motivo? Sicuramente pubblicizzare la città o la Regione dà comunque l’idea al cliente di trovarsi davanti ad una struttura altamente tradizionale sia nel nome che nella gestione. Ma ovviamente tutto dipende anche dal vostro gusto e dal progetto che avete in mente per il vostro b&b.

  1. Prendete in considerazione il nome della vita dove è il b&b

Un’altra idea potrebbe essere quello di dare al bed and breakfast il nome della via dove si trova. Ad esempio, l’indirizzo del vostro b&b è in Via Alessandro Manzoni? Allora potete chiamarlo bed & breakfast Manzoni, in modo caratteristico e peculiare. Spesso chi si occupa del marketing del progetto, consiglia al gestore questa opzione poiché permette al cliente di intuire subito dove si trova la struttura e soprattutto di ricordarla nel tempo. Insomma, una strategia per farsi ricordare e che non ha nulla a che vedere con filosofi, scrittori e poeti. 

  1. Scegliete un nome chi ispiri fiducia ed accoglienza

La verità dei fatti è che anche il nome fa la sua parte per quanto concerne la pubblicità di un b&b. Entrereste mai, ad esempio, in una struttura che si chiama Diavolo e Inferno? Probabilmente no. Per questo vi consigliamo di scegliere comunque nomi che ispirino accoglienza, dolcezza e fiducia per incentivare la curiosità del cliente a prenotare. D’altronde, come si suol dire: un libro viene spesso giudicato dalla copertina e questo può valere con il bed and breakfast per quanto concerne il nome. Per cui non dimenticatelo.

  1. Il nome deve essere originale

Certo, chiamare un bed and breakfast “Renzo e Lucia” sul Lago di Como forse è un po’ banale, non è vero? Sebbene il nome risulti caratteristico e soprattutto richiama la storia di un posto, cercate di distinguervi dagli altri ed evitare di usare nomi già sentiti e risentiti. Il rischio non è solo quello di annoiare o comunque non differenziarsi dalla concorrenza ma anche di creare confusione tra un bed and breakfast e l’altro che da un punto di vista nominale appaiono molto simili. Meglio puntare su un qualcosa di originale quindi, in modo tale da esser più facilmente ricordati da chiunque.