Il metallo: una risorsa preziosa e indispensabile da riciclare

pesso, quando ci si trova di fronte a dei vecchi rottami, non si sa mai come gestirli ma, il riciclo è sempre la soluzione a tutto in questi casi. Numerosi materiali possono essere modificati e trasformati tantissime volte in materie prime ed essere riutilizzate per altre finalità, impedendo ulteriori sprechi e garantendo considerevoli risparmi. Metalli come l’acciaio, il rame, l’ottone, il ferro e l’alluminio vengono continuamente riciclati per essere impiegati in un secondo momento nell’ambito della ricerca tecnologica e dell’industria. Per un corretto smaltimento dei vecchi rottami, è necessaria una minuziosa separazione delle varie parti metalliche. L’acciaio per esempio, essendo un metallo ferroso, viene isolato immediatamente e utilizzato per la costruzione di magneti. Anche l’alluminio viene immediatamente separato, attraverso l’impiego della corrente elettrica.

Il riciclo dei metalli in Italia

All’interno del nostro paese troviamo soluzioni all’avanguardia nel riutilizzo delle leghe e dei metalli e, a testimoniarlo, sono i risultati sorprendenti ottenuti in diversi settori affiancati, come quello degli imballaggi in alluminio. Numerosi dati vengono annualmente forniti dal CIAL, il consorzio imballaggi in alluminio, il quale ha stimato che il 70% della materia prime introdotte nel mercato, viene riciclato per assumere forme nuove sulla base del settore industriale verso cui è destinato. Per mezzo del riciclo che avviene in Italia, si riesce a coprire il fabbisogno di materie primarie all’interno dell’industria siderurgica, insieme a tutti i settori produttivi che fanno largo impiego di leghe. Il riciclo infatti consente di diminuite lo sfruttamento delle materie prime sotto forma di minerali, garantendo un risparmio considerevole di risorse che sono in grado di essere investite nello sviluppo di nuove tecnologie. 

Monitorare il flusso di rifiuti che produciamo è fondamentale, specialmente alla luce della crescente crisi ambientale che viviamo ogni giorno: documenti come il mud rifiuti sono pensati proprio per un’osservazione attenta di quello che avviene nelle aziende, come quelle edili, che sono grandi produttrici di rifiuti e che quindi necessitano di indici di valutazione ben precisi. Tutto questo per salvaguardare il nostro pianeta: clicca qui.

Un’idea per un riciclo consapevole: i barattoli di latta

Quotidianamente all’interno delle nostre case possiamo incorrere facilmente in una latta: pelati, legumi e olive sono sempre presenti all’interno di barattoli di latta. Buttarli costituisce un vero spreco, specialmente se esiste una nuova possibilità di riutilizzo. In che modo? Verniciandolo per utilizzarli come comodi portapenne o in veste di vasetti per fiori. L’unico limite resta la fantasia ma, impegnarsi per trovare soluzioni di nuovo impiego dei materiali oltre che fare bene all’ambiente, allevia il consumo domestico, che si avvicina sempre più alla logica del 0 waste.

About the author